Le bacche di ginepro

Le bacche di ginepro

In Trentino Alto Adige, sono apprezzate non solo per dare sapore a patate e crauti, ma anche per affumicare alcuni dei prodotti tipici ed è l’ingrediente base per la preparazione del gin. Le bacche di ginepro racchiudono un olio balsamico le cui proprietà stimolanti, digestive e diuretiche sono largamente riconosciute. 
Con le bacche si prepara un infuso che aiuta la digestione mentre pare che masticare le bacche di ginepro combatta l’alitosi.
Aggiunto all’acqua del bagno, il ginepro ha proprietà tonificanti e riscaldanti.

Il legno della pianta del ginepro, veniva usato per la preparazione di molti utensili, primo fra tutti un particolare mestolo che veniva usato per girare la polenta che, si dice, lasciasse nella farina il suo aroma. 
Inoltre, il ginepro veniva posto nel forno per dare aroma al pane durante la cottura.

ll timo oltre alle sue caratteristiche aromatiche, che favoriscono il passare del mal di testa, prolunga la conservazione dei cibi grazie anche alle sue proprietà antisettiche. 
Ha inoltre proprietà digestive, depurative, carminative, balsamiche, tonico-stimolanti e viene usato per gargarismi nelle infezioni del cavo orale.
Tisane e sciroppi a base di timo tonificano l’organismo, stimolano l’appetito e la digestione, il funzionamento del fegato, e combattono le malattie da raffreddamento; il timo infatti è un potente rimedio contro le malattie delle vie respiratorie come raffreddori, bronchiti, polmoniti, enfisema e pertosse, e per la sua proprietà balsamica è fluidificante catarrale, e benefico per l’asma. 
Le sue proprietà antisettiche lo rendono utile anche contro le fermentazioni e infezioni intestinali; è inoltre un utile diuretico, capace di favorire le mestruazioni, stimolare gli aborti e accelerare la nascita, per questo è sconsigliato durante la gravidanza e l’allattamento. 
Il suo decotto, nei sulfumigi, è utile per distendere il viso, stimolare la circolazione e diminuire le macchie della pelle, inoltre, in infusione con il rosmarino aiuta ad eliminare la forfora.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 1 = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>