Finocchi ripieni

Finocchi ripieni

Finocchi ripieni
Write a review
Print
Prep Time
10 min
Cook Time
20 min
Total Time
30 min
Prep Time
10 min
Cook Time
20 min
Total Time
30 min
Ingredients
  1. 2 finocchi
  2. 250 g di riso bianco
  3. ½ l di brodo vegetale
  4. 2 cucchiai di latte di avena
  5. 2 cucchiai di tahin
  6. 1 cucchiaino di curcuma
  7. 2 cucchiai di olio d’oliva extravergine
  8. 1 cipolla
  9. 50 g di noci
Instructions
  1. Tritate la cipolla, fatela soffriggere con un filo d’olio extravergine, unite il riso e fatelo tostare leggermente. Bagnate con il brodo e continuate la cottura per almeno 20 minuti. Alla fine mantecate il riso con 2 cucchiai di crema di sesamo (tahin) sciolta con due cucchiai di latte di avena caldo, mescolate delicatamente aggiungendo la polvere di curcuma. Prendete le foglie esterne dei finocchi e riempiteli con il riso. Decorate con noci tritate e qualche rametto di finocchio. Infornate per 20 minuti a 180°C prima di servire.
Notes
  1. Euro 10
eco-cucina http://www.eco-cucina.it/
Il finocchio è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, diffusa in tutta l’area del Mediterraneo e già nota presso gli egizi, i greci e gli arabi. L’aroma peculiare del finocchio si deve alla consistente presenza di anetolo, un’essenza che viene adoperata per la preparazione di liquori quali la sambuca, il pastis e l’anisette in Francia o l’anis in Spagna.
Di finocchio ne esistono due varietà, l’una coltivata, dal sapore dolce, e l’altra selvatica, dal sapore più pungente, che per questa ragione viene utilizzata soprattutto come erba aromatica.
La storia del finocchio è molto antica: già in Grecia la pianta era conosciuta e molto apprezzata ma, sebbene fosse menzionata addirittura in alcuni testi egiziani, è solo grazie ai Romani che il finocchio si diffonde in tutta Europa.
Molte erano le proprietà medicamentose attribuite in passato al finocchio selvatico, di cui si utilizzano, in tisane e decotti, le foglie, i frutti e la radice.
In effetti questo ortaggio con solo 31 calorie per ogni etto ha enormi proprietà: è povero di grassi e molto ricco di fibre e sali minerali, soprattutto potassio, calcio e fosforo, utili per rinforzare le ossa e per prevenire crampi e stanchezza. Contiene molte vitamine, in particolare la vitamina A, essenziale per proteggere e mantenere sana la pelle e per regolare il funzionamento della retina e della vista, la vitamina B, elemento fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso e dell’apparato cardiocircolatorio, e la vitamina C, sostanza molto importante nella prevenzione di numerose patologie perché rafforza il sistema immunitario e svolge un’efficace azione antiossidante. Quando il finocchio non è di stagione, potete consumarlo nella sua forma essiccata come infuso: la tisana di semi di finocchio è molto utile in caso di meteorismo e flatulenza o lievi crampi addominali perché agisce sulla muscolatura liscia dell’intestino ma anche come espettorante per favorire l’espulsione del muco in caso di tosse e raffreddore. In questo caso si può preparare un infuso con un cucchiaio di semi di finocchio, lasciare a riposo per 10 minuti, filtrare e bere in piccole tazze varie volte al giorno. Meglio accertarsi di non essere ipersensibili ai principi attivi contenuti nei semi di finocchio prima di assumere capsule o tisane che li contengano.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − = sei

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>